Rabaton, dalla tradizione Piemontese
www.agrodolce.it
www.agrodolce.it
  • Valuta questa ricetta!
  • La tua valutazione
Valutazione globale 4 1 valutazioni

Ingredienti

  • Ricotta fresca
  • 1 Bietole o bieta
  • 1 Maggiorana
  • 1 Parmigiano grattugiato
  • 1 Farina
  • 1 Pangrattato
  • 1 Burro
  • 1 Uova
  • 1 Sale
  • 1 Noce moscata
  • 1 SalviaPreparazione Rabaton Sbollentate le bietole in acqua bollente salata, fatele intiepidire e strizzatele accuratamente, infine frullatele. Versate la ricotta ben sgocciolata in una ciotola capiente, unite le uova, le bietole tritate, le foglie della maggiorana e 70 g di parmigiano. Mescolate con un cucchiaio e aggiungente poco alla volta il pangrattato, fino a ottenere un composto morbido, ma facile da lavorare. Regolate di sale e aggiungete noce moscata a piacere. Infarinate il piano di lavoro: potete utilizzare una spianatoia o un tagliere. Formate con le mani degli gnocchi abbastanza grandi e rotolateli nella farina per dare la tipica forma allungata. Sbollentate i rabaton per pochi minuti in acqua bollente salata, appena vengono a galla scolateli delicatamente con la schiumarola e disponeteli in una pirofila imburrata. Completate aggiungendo sui rabaton il restante burro a fiocchetti, il parmigiano e la salvia. Fate cuocere nel forno preriscaldato a 200°C finché sono ben gratinati. Servite caldi. Variante Rabaton Se volete, potete aggiungere sui rabato della granella di nocciole e della scorza di limone. Potete anche sostituire una parte delle bietole con spinaci freschi.

Istruzioni

Commenti

Iniziare sessione or Registra per scrivere un comento.