Pangoccioli fatti in casa, come quelli comprati!
www.tavolartegusto.it
www.tavolartegusto.it
  • Valuta questa ricetta!
  • La tua valutazione
Valutazione globale 0 0 valutazioni

Ingredienti

  • 280 gr di farina manitoba
  • 1280 gr di farina’00
  • 1130 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 1130 gr di latte intero fresco a temperatura ambiente
  • 110 gr di lievito di birra fresco (oppure 3 gr di lievito secco)
  • 11 uovo grande
  • 1120 gr di zucchero (vanno a bene anche 100 gr)
  • 150 gr di burro morbido
  • 19 gr di sale
  • 1125 gr di gocce di cioccolato fondente
  • 11 cucchiaino abbondate di miele millefiori
  • 11 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 11 tuorlo
  • 11 cucchiaio di latteCome fare i PangoccioliPreparare gli aromi:1) In una tazzina mescolate il miele con la vaniglia, girate, coprite con la pellicola e lasciate in marinatura almeno 6 h prima di utilizzarlo. (Questo infuso profumerà al meglio l’impasto) ormai è una tecnica collaudata che utilizzo sempre per aromatizzare la pasta brioche2) Quando state per iniziare la preparazione, ponete le gocce di cioccolato in una ciotola, coprite con una pellicola e lasciate in freezer fino all’utilizzo:  Pre impasto:Mescolate con l’aiuto delle fruste elettriche o di una planetaria: 95 gr di farina (presa dal totale in cui avrete già miscelato le farine) 100 gr di  acqua e latte miscelati, presi dal totale e il lievito a temperatura ambiente, fino a formare una cremina: Coprite con una pellicola a contatto e lasciate lievitare per circa 30′ – 40′ in un luogo asciutto e privo di correnti d’aria (Io prediligo il forno spento acceso da poco a 50° ) fino al raddoppio: Aggiungete al pre impasto appena lievitato, le farine restanti , lo zucchero, l’acqua e il latte restante: Mescolate con la frusta K della planetaria a velocità basso – media fino ad ottenere un impasto omogeneo che si aggrappa alla foglia. Aggiungete il miele e la vaniglia :Azionate di nuovo la planetaria (o impastatrice) e aggiungete l’uovo, lasciate amalgamare completamente. L’impasto inizierà a staccarsi dalle pareti dalla macchina ma risulterà ancora ancora poco legato, aggiungete il burro morbidissimo a piccoli pezzetti:aggiungete il prossimo pezzetto di burro solo quando il precedente si è completamente assorbito. Di tanto in tanto staccate l’impasto dal gancio, rovesciate l’impasto e pirlatelo, portando verso il basso la pasta in eccesso e lisciando quindi la superficie del vostro panetto.Ripetete quest’operazione più volte, alternando il burro fino a quando l’impasto non risulterà gonfio, liscio e incordato (che si tira ma non si spezza)Aggiungete il sale. Procedete quindi ad ultimare l’incordatura e aggiungete le gocce di cioccolato:Cambiate frusta ed utilizzate l’uncino a velocità bassa, amalgamate pochi secondi.Tirate fuori l’impasto dalla planetaria e ponetelo su un piano di lavoro ( meglio marmo o comq freddo) Procedete ad inglobare  le gocce all’interno dell’impasto e contemporaneamente a pirlarlo direttamente sul  piano di lavoro:con la parte bassa dei palmi delle mani, portate l’ impasto verso il vostro ventre ( movimento 1), girate poco  rotenando l’impasto ( monvimento 2), riprendete poi a portarlo in avanti, verso il vostro ventre.Ripetete l’operazione un paio di volte, piano piano vedrete che il vostro panetto diventerà liscio e le gocce verranno incordate da un budello d’impasto sottile:Imburrate poco una ciotola (io quella della planetaria, perchè è molto capiente):Coprite con una pellicola e lasciate riposare ad una temperatura di 26 °-  28° ( forno spento acceso da poco a 50°) fino a quando il panetto non avrà triplicato il suo volume (3 h):Quanto l’impasto è pronto e ben lievitato rovesciatelo su un piano di lavoro delicatamente, direttamente dalla ciotola, senza farlo sgonfiare.  Allargate i lati con la punta delle dita e fate due pieghe, una sull’altra.Lasciate a temperatura ambiente 30′ :Procedete a fare altre due pieghe: NON toccate più l’impasto! Da qui, con l’aiuto di un tarocco staccate pezzi di impasto (i futuri panini) di 44- 45 gr ciascuno . Formazione dei Pangoccioli:per ottenere un risultato soffice e areato prendete il pezzetto di impasto appena spezzato. Con la tecnica della pirlatura su piano di lavoro (spiegata sopra) realizzate anche i panini: con la parte bassa del palmo della mano portate il pezzetto di impasto verso il vostro ventre, roteatelo poco, ricominciate a portarlo verso il vostro ventre. Ripetete un paio di volte.La superficie in pochi secondi diventerà liscia e prima di imperfezioni:Ponete i panini appena realizzati in una teglia, precedentemente foderata di carta da forno a debita distanza gli uni dagli altri.   Lasciate lievitare a 26°- 28° per circa 2 h – 2 e mezzo fino al raddoppio (i pangoccioli devono risultare belli gonfi). Pennellate con tuorlo e latte a temperatura ambiente: Cuocete in forno caldo a 180° per 15′ circa a seconda del forno potrebbero cuocere in 16′- 18′ . Dopo 15′ controllate e fate la prova stecchino. La cottura è fondamentale per un prodotto soffice e areato. Sfornate e lasciate raffreddare.I Pangoccioli sono pronti per essere gustati:Conservare i Pangoccioli:Per preservare la morbidezza e fragranza dei panini, subito dopo il raffreddamento completo 50′ minuti circa,  sigillateli in sacchetti di plastica per alimenti. Ricordate che l’aria aperta è nemica della morbidezza. In questo modo si conservano perfettamente 3 giorni.

Istruzioni

Commenti

Iniziare sessione or Registra per scrivere un comento.