Pane alle patate
CioccoBurro di Giuseppe Magro
CioccoBurro di Giuseppe Magro

Pane alle patate

  • Valuta questa ricetta!
  • La tua valutazione
Valutazione globale 5 1 valutazioni

Ingredienti

  • 450 g di patate pasta gialla (circa 2 medie)
  • 300 g di farina 00
  • 200 g di farina di semola rimacinata + q.b. per la lavorazione
  • 280 ml di acqua (a temperatura ambiente)
  • 1 bustina di lievito di birra secco (7 g)*
  • 1 cucchiaio di olio e.v.o.
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1/2 cucchiaio di sale, per l’impasto (10 g)
  • 1 cucchiaino di sale, per la cottura delle patate
  • *o un panetto di lievito di birra fresco da 25 g, da sciogliere nell’acqua.

Istruzioni

    1. Lavare bene le patate e metterle in un pentolino con dell’acqua fredda e un cucchiaino di sale, portare il tutto sul fuoco e lasciar cuocere per circa 40 minuti, infilzare le patate con una forchetta, se questa affonda senza dover fare troppa pressione allora sono cotte.

    2. Scolarle e schiacciarle usando lo schiacciapatate (non occorre sbucciarle, la scorza rimarrà nell’utensile), lasciare intiepidire le patate.

    3. In una ciotola grande unire le due farine e formare una conca al centro, a cui unirete il lievito di birra secco, il cucchiaino di zucchero e invece al bordo esterno unire il mezzo cucchiaio di sale (che dovrà entrare in contatto con l’impasto per ultimo), versare una parte di acqua e iniziare a impastare con un cucchiaio dal centro sciogliendo il lievito e lo zucchero, lasciare riposare questa crema per 5 minuti.

    4. Unire un’altra parte di acqua raccogliendo altra farina e aggiungere anche l’olio, continuare a impastare fino a incorporare tutta la farina, incluso il sale che si trova ai bordi della ciotola.

    5. Una volta ottenuto un composto asciutto ma non omogeneo unire le patate schiacciate e continuare a impastare a mano (o nella planetaria con il gancio).

    6. Impastare per almeno 10-15 minuti fino a che l’impasto non risulterà molto morbido ed elastico.

    7. Riporre a lievitare il panetto ben infarinato di semola e coprirlo con un canovaccio pulito, l’ambiente ideale è il forno spento ma con la luce accesa, lasciarlo così per almeno 2 ore finché non avrà più che raddoppiato di volume.

    8. Avvenuta la lievitazione, iniziare a preparare il forno: porre la griglia nel livello centro-inferiore, mentre alla base del forno porre un pentolino con dell’acqua, a questo punto preriscaldarlo al massimo, ma sempre in modalità statica, il mio arriva fino a 240°.

    9. Intanto versare l’impasto su una teglia rivestita di carta forno e spolverizzata di farina, dare al pane la forma di un filone, spolverizzarlo di farina e praticare delle incisioni sulla superficie.

    10. A questo punto passare alla fase chiave, la cottura: infornarlo per 10′ alla massima potenza, ovvero 240°, poi abbassare a 200° e proseguire per altri 10′ minuti, trascorsi abbassare ulteriormente a 180° e cuocere infine per altri 20 minuti, avendo l’accortezza negli ultimi 10 minuti di cottura di levare lo scodellino con l’acqua.

    11. Una volta sfornato lasciarlo raffreddare e poi conservarlo in un telo bianco di lino o cotone tenuto apposta per gli alimenti!

    NOTE
    E’ possibile dimezzare la dose di lievito, ma ricordando di raddoppiare il tempo di lievitazione che sarà quindi di 4 ore.
    Potete utilizzare questo impasto anche per preparare pizze e focacce o dividerlo in tanti piccoli panini ideali per un buffet!

Commenti

Iniziare sessione or Registra per scrivere un comento.