Amaretti Sardi di nonna Mariuccia
monicucci.altervista.org
monicucci.altervista.org
  • Valuta questa ricetta!
  • La tua valutazione
Valutazione globale 3.5 2 valutazioni

Ingredienti

  • Ingredienti300 gr. di mandorle dolci sbucciate + 50 gr. per la decorazione200 gr. di mandorle amare sbucciate500 gr. di zucchero + 50 gr. per la decorazione3 albumi Procedimento1. Disponi le mandorle su una teglia foderata con un foglio di carta forno e tostale in forno caldo, a 180 gradi, per circa 10 minuti o, comumnque, fino a quando diventeranno dorate. Attenzione a non bruciarle.2. Fai raffreddare le mandorle a temperatura ambiente poi tritale finemente in un mixer insieme allo zucchero fino a raggiungere la consistenza di un composto sabbioso.3. In una ciotola monta gli albumi a neve fermissima con l'aiuto di uno sbattitore elettrico. Unisci la farina di mandorle agli albumi, mescolando con una spatola in plastica o in silicone. Cerca di fare movimenti regolari, dal basso verso l'alto, in modo da incorporare aria e mantenere soffice e spumoso il composto. Mescola per qualche minuto fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.4. Copri la ciotola con un un foglio di pellicola trasparente e metti in frigorifero a "compattare" per tutta la notte.5. Estrai il composto dal frigo. Con un cucchiaino preleva piccole quantità di composto e forma con le mani palline di dimensioni regolari (grandi quanto una noce). Passa nello zucchero la parte superiore delle palline (quella che in cottura rimarrà rivolta verso l'alto). Fodera con carta oleata una teglia da forno e disponi, ben distanziate tra loro, le palline di pasta di mandorle. Appoggia sopra ogni pallina, premendo leggermente per incastrarla nell'impasto, una mandorla dolce. Durante la cottura gli amaretti si abbasseranno e si allargheranno, avvicinandosi tra loro.6. Cuoci in forno caldo, a 180 gradi, per circa 15 minuti, fino a quando gli amaretti diventeranno gonfi e la superficie inizierà a "creparsi". Devono raggiungere un colore dorato, attenzione a non farli diventare troppo scuri.7. A cottura ultimata fai raffreddare gli amaretti a temperatura ambiente. La superficie rimarrà croccantissima e zuccherosa mentre il cuore manterrà una morbidezza umida e dolce. Una volta raffreddati puoi conservare gli amaretti in un barattolo di vetro o in una scatola di latta. Si mantengono per diversi giorni conservati in luogo fresco. Porzioni : 8 Pronto in : 30 Minuti Portata : Dolci Tipo di ricetta : Speciale Sardegna Ingredienti : Frutta, Uova e LatticiniProcedimento1. Disponi le mandorle su una teglia foderata con un foglio di carta forno e tostale in forno caldo, a 180 gradi, per circa 10 minuti o, comumnque, fino a quando diventeranno dorate. Attenzione a non bruciarle.2. Fai raffreddare le mandorle a temperatura ambiente poi tritale finemente in un mixer insieme allo zucchero fino a raggiungere la consistenza di un composto sabbioso.3. In una ciotola monta gli albumi a neve fermissima con l'aiuto di uno sbattitore elettrico. Unisci la farina di mandorle agli albumi, mescolando con una spatola in plastica o in silicone. Cerca di fare movimenti regolari, dal basso verso l'alto, in modo da incorporare aria e mantenere soffice e spumoso il composto. Mescola per qualche minuto fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.4. Copri la ciotola con un un foglio di pellicola trasparente e metti in frigorifero a "compattare" per tutta la notte.5. Estrai il composto dal frigo. Con un cucchiaino preleva piccole quantità di composto e forma con le mani palline di dimensioni regolari (grandi quanto una noce). Passa nello zucchero la parte superiore delle palline (quella che in cottura rimarrà rivolta verso l'alto). Fodera con carta oleata una teglia da forno e disponi, ben distanziate tra loro, le palline di pasta di mandorle. Appoggia sopra ogni pallina, premendo leggermente per incastrarla nell'impasto, una mandorla dolce. Durante la cottura gli amaretti si abbasseranno e si allargheranno, avvicinandosi tra loro.6. Cuoci in forno caldo, a 180 gradi, per circa 15 minuti, fino a quando gli amaretti diventeranno gonfi e la superficie inizierà a "creparsi". Devono raggiungere un colore dorato, attenzione a non farli diventare troppo scuri.7. A cottura ultimata fai raffreddare gli amaretti a temperatura ambiente. La superficie rimarrà croccantissima e zuccherosa mentre il cuore manterrà una morbidezza umida e dolce. Una volta raffreddati puoi conservare gli amaretti in un barattolo di vetro o in una scatola di latta. Si mantengono per diversi giorni conservati in luogo fresco. Porzioni : 8 Pronto in : 30 Minuti Portata : Dolci Tipo di ricetta : Speciale Sardegna Ingredienti : Frutta, Uova e Latticini

Istruzioni

Commenti

Iniziare sessione or Registra per scrivere un comento.